Corso Matuzia, 22, 18038 Sanremo (IM)

La relazione tra la ripresa del mercato e i prezzi degli immobili

mercato-immobiliare

Ripresa del mercato immobiliare: quale relazione con i prezzi degli immobili?

Oggi risponderemo a questa domanda. Intanto, buon anno, amico mio!

Come sicuramente hai visto, ho sospeso gli aggiornamenti del blog per tutto il periodo natalizio.

“Eh bravo, Carlo, eri in vacanza su una spiaggia tropicale”, potresti dirmi.

No, caro. Il periodo delle feste è piuttosto caldo per noi agenti immobiliari, specialmente se si lavora in una località turistica. Molti proprietari di immobili e potenziali acquirenti risiedono fuori Sanremo, quindi non ho chiuso l’agenzia nemmeno per un giorno, con la sola eccezione del 25 dicembre. Ci sono stati moltissimi colloqui con i clienti, numerose visite agli immobili in vendita e, purtroppo, anche qualche screzio.

Negli ultimi mesi i principali quotidiani e siti specializzati hanno scritto che il mercato immobiliare, dopo essere stato messo in ginocchio dalla crisi economica, sta finalmente rifiorendo. Non nego questo dato: è vero e rincuorante. Penso però che nessun danno sia più grave di quello creato da un’informazione non dico scorretta, ma sicuramente incompleta. Se il giornalista non spiega chiaramente la situazione, molti possono pensare che i prezzi degli immobili stiano aumentando di nuovo.

Non è assolutamente così!

E puoi immaginare la principale conseguenza di questa convinzione limitante.

Alcuni proprietari, nascondendosi dietro l’alibi della ripresa economica, sparano offerte che definire fuori mercato sarebbe un eufemismo, e poi si lamentano se il cliente non vuole acquistare.

Io ribadisco quanto sia importante stabilire un valore di mercato corretto, e loro se la prendono con me.

Credono di aver la verità in tasca, e non mi lasciano svolgere il mio lavoro come si deve.

Siccome sono stufo di imbarcarmi in discussioni del genere, voglio scriverlo a caratteri cubitali.

NON ESISTE ALCUN LEGAME TRA LA RIPRESA DEL MERCATO IMMOBILIARE E I PREZZI DEGLI IMMOBILI.

Per comprendere al meglio la questione, è necessario porsi due domande.

Innanzi tutto, cosa significa che il mercato immobiliare è in ripresa?

Semplicemente che il numero delle compravendite sta aumentando. Nient’altro che questo.

Ciò dipende da diversi fattori.

Innanzi tutto, gli agenti immobiliari hanno a disposizione alcuni importanti strumenti per dare visibilità agli immobili che un tempo non esistevano: basti pensare all’utilizzo dei social network.

Inoltre, i proprietari hanno compreso che acquistare non conviene più: se l’offerta di un cliente è dignitosa e coerente con il valore dell’immobile, è molto meglio accettarla che tenerlo invenduto per anni.

Infine, chi ha la possibilità e il desiderio di acquistare casa, sa che i prezzi sono ai minimi storici e non si tira indietro: un investimento immobiliare potrebbe essere molto redditizio in futuro.

Qualcuno potrebbe obiettare che, se le transazioni aumentano, anche i prezzi sono destinati a salire.

Questo potrebbe rivelarsi vero in futuro, ma non è così scontato.

Più volte i fatti hanno smentito le previsioni degli esperti, perché troppi sono i fattori in gioco.

E qui arriviamo alla seconda domanda.

Perché i valori degli immobili non stanno aumentando come molti si aspettano?

Secondo gli studi di settore, attualmente il mercato immobiliare sta viaggiando a doppia velocità. Nei quartieri centrali delle grandi città i valori sono già aumentati, ma in Italia esiste ancora un grande bacino di abitazioni con caratteristiche che non rispondono alle esigenze degli acquirenti.

Abitazioni di bassa qualità, quindi: difficilissime da piazzare.

La crisi economica ha messo molti proprietari in ginocchio. Bisognosi com’erano di sbarazzarsi di un immobile che era diventato un peso, non hanno voluto investire in adeguati lavori di ristrutturazione. È stato questo, più che il calo delle compravendite, a portare un abbassamento dei prezzi.

Se i proprietari puntassero maggiormente sulla qualità degli immobili si creerebbe un circolo virtuoso che garantirebbe una crescita costante. Occorre infatti ricordare che i prezzi al metro quadrato sono stabiliti dal compravenduto degli ultimi sei mesi, e non dal numero di transazioni commerciali. Quindi, non dalla ripresa del mercato immobiliare.

Vuoi quindi sapere come valorizzare il tuo immobile per migliorarne la qualità? Chiamami.

Lascia un commento

×